HAY

 

Hay un obsceno resplandor

dentro de esos ilusorios meses.

Agrega misterio al misterio

un eco de inaccesibles mares.

 

Es el mayor deber vivir.

Hay una zona de luz en el dolor,

en la noche de nuestras noches.

Regresan a mi alma

las aguas rojas del cuadro

con una fuerza que no es sólo mía.

 

Hay una pregunta que pregunta siempre

en este errante universo

hecho de dioses y astros,

de corazones, manos y pájaros.

Hay una espera que nos aguarda

y hay una posibilidad imposible.

 

Hay una zona de sombra en la alegría,

en la mañana de nuestras mañanas.

Hay.

 

 

C'E'

 

C'è un osceno bagliore

dentro questi illusori mesi.

Aggiunge mistero al mistero

un'eco d'inaccessibili mari.

 

E' il maggior dovere vivere.

C'è una zona di luce nel dolore,

nella notte delle nostre notti.

Ritornano alla mia anima

le acque rosse del quadro

con una forza che non è solo mia.

 

C'è una domanda che domanda sempre

in quest'errante universo

fatto di dei e d'astri,

di cuori, mani ed uccelli.

C'è un'attesa che ci aspetta

e c'è una possibilità impossibile.

 

C'è una zona d'ombra nell'allegria,

nella mattina delle nostre mattine.

C'è.

 

Gladys Sica da: Nel fuoco del silenzio -il viaggio Ed. Archivi del '900

 

              

Per saperne di più