a franco che mi vive sapendomi


Strappami ai numeri

 


Un nodo stretto
Al centro di me
Lo scioglie un pensiero

Ho gettato gabbie e catene

Ora appoggio il mio corpo a te
E,
lo sai,
anche l’anima

Strappami ai numeri
Alle parole ingiuste
Alle paure che aprono gli occhi alle notti
e spingono a guardare da dove s’innalza il monte

Colorami d’azzurro la nebbia
di quelle mattine incerte
che solo io conosco

Fammi vedere le tue labbra
incurvate in sorriso
e troverò
la forza,
ancora
 

Autrice : Lindarc