Nijr



Se potessero i giorni
risalire le acque
sino alla sorgente

sarebbe Nijr, ancora

ricordi?

Nijr
dalla pelle accecante

coi suoi nidi immacolati
nel frusciare della siesta

e quellazzurra distesa
cos piena, cos fonda
sui nostri respiri,

a liberarci.

Sarebbe la voce
millenaria della roccia,
nei profumi di una terra
benedetta dal sole

i suoi miraggi
sospesi fra le agavi, e gli eucalipti

e un pareo color ruggine
rapito dal vento.




Autrice: Chiara Celi