I FORUM DI MILLESTORIE
I FORUM DI MILLESTORIE
Home | Profilo | Registrazione | Pubblicazioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Dimenticata la tua Password?

 All Forums
 le PAROLE, le IMMAGINI, i SUONI per dirlo
 LIBRI
 I racconti dell'infanzia di Damnic (romanzo)
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

n/a
deleted

35 Posts

Posted - 29 Mar 2006 :  19:35:17  Show Profile  Reply with Quote
I RACCONTI DEL PICCOLO DAMNIC

Si legge d'un fiato il romanzo di Domenico Riccio
(da Il Tirreno del 29 ottobre 2003)

Un amministratore pubblico che scrive bene e che è capace di affascinare, pagina dopo pagina: non è cosa di tutti i giorni.
Impresa riuscita a Domenico Riccio, vicesindaco del comune di Lucca, di An, il quale entra a pieno titolo nel ristretto novero dei politici-scrittori che meritano un plauso e vanno incoraggiati.
"I racconti dell'infanzia di Damnic" (una curiosità: è il vero nome di Riccio) è un romanzo garbato, ricco di sensibilità, amore, nostalgia. Lo si legge d'un fiato, ed è un bel merito.
Ieri nell'Hotel Alexander in via S. Giustina è stato presentato il volume, ambientato a Valle Agricola, paese natale del vice sindaco che spiega: "Ho cercato di raccontare con le parole più facili, come si fa coi bimbi, i piccoli fatti del piccolo Damnic".
Valle Agricola è la suggestiva cornice dei vividi ricordi di Damnic, protagonista delle vicende di un mondo agricolo che stava per scomparire, lasciando il posto ad una modernità forse più comoda, ma certo meno ricca di calore umano. Il paesino casertano, situato nella parte occidentale del massiccio del Matese, negli anni Cinquanta viveva isolato e sembrava dimenticato da Dio e dagli uomini, doveva fare i conti con i ricordi lasciati dalla guerra, con l'emigrazione, con la mancanza di acqua corrente, di elettricità, di un ospedale, di una stazione e di strade carrabili.
I valligiani ancora dimenticati dal progresso conducevano una vita dal sapore antico, genuina e solidale, badavano alla famiglia, alla casa, ai campi e agli animali, si univano nelle festività come nei momenti di pericolo o di lutto per portare insieme il peso delle quotidiane difficoltà e moltiplicare la gioia comune nella condivisione.
Così la prima strada asfaltata del paese diventa un'attrazione per grandi e bambini e insieme il simbolo di un cambiamento imminente ed inevitabile. Il ritratto di questo paese, dei suoi personaggi e del suo inesorabile trasformarsi ci è dunque offerto da Damnic, bimbo vivace e turbolento come tanti, ma con sensibilità e intelligenza non comuni, che attraverso la lettura del romanzo vediamo crescere, confrontarsi con i dolori della vita e porre le basi di quello che sarà il carattere di un uomo forte e indipendente.

Edited by - n/a on 21 Apr 2006 11:40:40
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
I FORUM DI MILLESTORIE © MILLESTORIE Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05