I FORUM DI MILLESTORIE
I FORUM DI MILLESTORIE
Home | Profilo | Registrazione | Pubblicazioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Dimenticata la tua Password?

 All Forums
 le PAROLE, le IMMAGINI, i SUONI per dirlo
 ROMANZI E SAGGI
 25a.Romanzo:"Storie Minime di Paese"
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Pier
Autore

Guatemala
563 Posts

Posted - 14 Jan 2007 :  17:57:40  Show Profile  Reply with Quote

STORIE MINIME DI PAESE
di Pier



II - http://www.millestorie.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=8778
III - http://www.millestorie.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=8763
IV - http://www.millestorie.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=8775
V - http://www.millestorie.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=9705







CAPITOLO PRIMO

Ferdinando Quagliulo detto “O’Sostituto”
Mi chiamo Filiberto Santoro, detto " il posapiano " e faccio il postino da 20 anni a Rocca Felice.
Rocca Felice è un paese ai piedi di un'antica rocca medievale, dove sono nato, 50 anni fa.
Tutte le mattine consegno la posta . Inforco la bicicletta, metto le mollette ai pantaloni per cominciare la salita e incontro Ferdinando Quagliulo, detto " O' Straniero".
Chisto, da tre anni, col sole o con la pioggia, si fa trovare all'inizio della salita che dall'ufficio postale porta al paese e appena mi vede mi fa sempre la stessa domanda:
" Buon giorno Filibè, a vulite nà mano a purtà a posta stammatina ! "
Io gli sorrido, gli strizzo l'occhio fingendo sorpresa,e poi gli allungo una borsa ripetendo lo stesso ritornello :
" Capiti giusto, giusto, Ferdinà. Stavo in pensiero stammattina all'idea di salire 'ngoppa o paese con ste due borse pesanti. "

Ferdinando fece domanda per entrare alle poste di Rocca Felice, tre anni fa.
Lo presero a tempo determinato, per l'intercessione dell’amico sindaco.
C’è chi assicura che l’assunzione la ebbe per via che aprirono il nuovo stabilimento FIAT vicino a Rocca e così ci fu più lavoro per le poste.
" O' Straniero " era proprio contento di portare la posta a Rocca Felice. Si sentiva apprezzato e " socialmente utile ", come diceva il suo amico sindaco.
Avevamo diviso il paese in due zone.
Partivamo,lui a piedi, sotto il peso del borsone nero, ed io in bicicletta,perchè sono “posapiano” e cammino bene solo se non devo andare troppo veloce.

In ogni caso, dopo tre mesi, invece di assumerlo per sempre, presero un altro bello "guaglione", che dopo poco tempo, si trasferì a Milano.
Quando lasciarono a casa “ O’Straniero” ci rimanemmo tutti male, perché nessuno pensava mai che lì lo avrebbero lasciato.

Lui spera sempre che lo richiamino alle poste e, alle 7 e 45 in punto, tutte le mattine, si presenta impettito all'Ufficio Postale per sapere se ci sono novità

Ferdinando è un omone grande e grosso, sul metro e novanta, quasi calvo e con la fronte larga, la faccia da ragazzino, sempre un poco paonazzo in viso.
Ha mani enormi orecchie a sventola e quando sorride mostra i pochi denti rimasti, ed è un sorriso sincero.
Non so chi conosce davvero l'età di Ferdinando Quagliulo.
E nessuno sa dire da dove sia arrivato a Rocca Felice.
Tutti pensano che abbia circa sessanta anni, ma nessuno ricorda quando è stato giovane, né se è nato qui e di chi è figlio.

‘Sto brav'uomo, nonostante sia stato licenziato da più di tre anni,conserva ancora il berretto di postino e lo mette pure, e nessuno ha mai cuore di dirgli che non lo può più portare.

A chi gli domanda del suo lavoro, " O' Straniero " ripete sempre che porta solo "posta buona" perché la "cattiva", è meglio buttarla nel fiume. Ferdinando dice di avere un sesto senso per indovinare il contenuto della posta che consegna,dice di sentirla dall'odore.

Gli chiedevano :

" Ferdinà, allora è " bona " a posta stammatina o la dobbiamo buttare. "

E lui si concentrava,come un veggente. Con gli occhi chiusi stringeva la posta in una mano e l'annusava, poi la metteva nel palmo e come in trance, faceva il gesto di alzare o abbassare il braccio, come se la volesse pesare.
Quelle rare volte che il " naso " gli faceva scuotere la testa, diceva a tutti la stessa frase:

" Signò, mi dispiace. Stammatina sta posta è pesante, ma 'vuje non date retta ca dimani ve ne porto una chiù leggera e vedite ca subito s'alleggerisce pure chesta e stammatina.
"

Quando sentiva che la posta era "bona", alzava il braccio convinto e la consegnava, facendo l'occhiolino. E se il fortunato l'apriva e sorrideva compiaciuto, " O' Straniero ", si metteva a saltare come avesse vinto una centomila lire, alla lotteria.

Qualche bene informato diceva di lui che aveva preso il vizio di buttare “a posta pesante” nel fiume. Nessuno sa se è vero, ma di sicuro Ferdinando Quagliulo lo faceva per bontà, perchè pensava che una brutta notizia se non si sa, non può far soffrire.

Dopo che lo ebbero licenziato, sua Eccellenza Don Gennaro Anzalone, sindaco di Rocca, detto anche " O' Marxista ", fece un'interpellanza alla Giunta del paese.
Chiedeva che fosse riassunto "senza indugio" e "a tempo indeterminato", poiché " il lavoro temporaneo è una piaga sociale da estirpare, frutto amaro di un pensiero fascista che disonora la dignità dell'operaio ". E in più Ferdinando si meritava quel lavoro,perché era orfano di guerra,e poi perché portava solo buone notizie e altrimenti sarebbe stato a carico dello Stato.
In realtà a Ferdinando Quagliulo quel sussidio di 250.000 lire al mese, lo dava il sindaco Anzalone e non il Comune,visto che "O' Straniero" portava la "corrispondenza privata", tra il sindaco e l’amica sua,la bella Ginetta, detta " A' Fascistona ".
Quel "lavoro di fiducia" Ferdinando lo faceva con molta discrezione e la moglie del Sindaco non ebbe mai sospetto alcuno, fino a che quell'antipatica di Simonetta Caputo, detta " A' Cuntessa "- , un brutto giorno, disse con la signora Antonietta, moglie del sindaco Anzalone, detta "A' Distratta", durante un litigio :

"Cara mia, quel puttaniere di tuo marito io non l'ho mai votato, anche se sono di sinistra. Se vuoi sapere la verità, non la devi chiedere a me che mi faccio solo gli affari miei, ma a quel fessacchiotto di Quagliulo, che porta lettere d’ammore tra tuo marito e Ginetta, alla faccia tua ".

Con quel discorso " A' Cuntessa " fece " Arrevotare tutto il paese ".

Da allora "O' Straniero" non portò più la corrispondenza tra il sindaco e la bella Ginetta. E perse pure il sussidio di 250.000 lire il mese.

Adesso Ferdinando viene all'ufficio postale di Rocca tutte le mattine. Sale fino in paese, con me e portiamo la posta in meno tempo di prima.
Per questo gli passo sotto banco 200.000 lire il mese, più o meno.

La gente è contenta del servizio postale e quando vede a Ferdinando, gli fanno sempre la stessa domanda di prima:

" Allora Ferdinà, è "bona" a posta stammatina o la dobbiamo buttare ? "

A Ferdinando Quagliulo, detto " O' Straniero ", l'amico mio, gli ho dato il titolo di " Sostituto Postino " di Rocca Felice. Adesso è più contento pure lui, e vuole un berretto nuovo di postino.
Anche perché non lo chiamano più Ferdinando " O' Straniero " ma “solamente” Ferdinando " O' Sostituto ".


.


Il marinaio spiegò le vele al vento.... ma il vento non capì.

Edited by - memius on 26 Feb 2007 07:42:05

memius
Autore

682 Posts

Posted - 15 Jan 2007 :  13:46:48  Show Profile  Reply with Quote
eh brav a Ferdinand we, è propr nu bravu guaglion.
Ma m raccumann Ferdina' a post nun si jett dind a lu fium, sennò ponn a murì li pesc cu tutt chilli brutt notiz.... sopratutt i bollett...


;-)
Go to Top of Page

Marinella
Autore

Italy
1843 Posts

Posted - 22 Mar 2007 :  23:05:32  Show Profile  Reply with Quote
dapprima un po' di confusione tra Ferdinà e Filibè... ma è la mia testa che spesso non ci sta!

...ti pareva che mi potevo perdere dei raccontini con dialoghi in dialetto NAPOLETANO? Nooooooo!

questo qui è stato, come si dice a Napoli: sfizioso assaje!


Marinella
Go to Top of Page

n/a
deleted

6865 Posts

Posted - 23 Mar 2007 :  00:05:12  Show Profile  Reply with Quote

Pier, ne hai pronte altre puntate?
Ricordati che stiamo aspettando il seguito!

La donna ha l'età del cuore ~ l'uomo quello del giudizio...


Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
I FORUM DI MILLESTORIE © MILLESTORIE Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05